Juggling magazine

Basic Training in Social Circus - parte 1

 

 

 

 

Siamo lieti di annunciare che il Cirque du Soleil, in collaborazione con l'Ass. Giocolieri e Dintorni / progetto AltroCirco, offrirà a insegnanti di circo e operatori sociali impegnati in progetti di circo sociale un corso di formazione di base. Il corso è diviso in due sessioni, ciascuna di 40 ore; la prima sessione è prevista a Pontedera dal 22 al 26 settembre 2014, la seconda sessione è prevista per marzo 2015, con data da definire.
Foto di Elena Bennati

 

 

FORMAZIONE DI BASE PER OPERATORI DI CIRCO SOCIALE

Lo scopo del programma di formazione di base per operatori di circo sociale del Cirque du Soleil è preparare gli istruttori di circo e gli operatori sociali all'allestimento di laboratori di circo sociale per persone a rischio. La formazione intende aiutare questi soggetti a comprendere meglio il contesto generale in cui si colloca un intervento di circo sociale. L'obiettivo è anche quello di sviluppare le competenze necessarie per intervenire in modo appropriato collaborando con i propri partner all'interno di un contesto multiculturale e variegato.

Obiettivi generali della formazione

  • Sviluppo di un'etica personale e professionale;
  • Introduzione dei principi per un metodo di insegnamento innovativo e partecipativo;
  • Sviluppo di un ambiente di apprendimento basato sulla comunità;
  • Utilizzo dell'arte come strumento di formazione personale.


Corso di formazione in due parti
Il corso di formazione di base per operatori di circo sociale è diviso in due parti. Ogni parte comprende una formazione di 40 ore, generalmente distribuite in 5 giorni consecutivi.

Nella prima parte del corso verranno introdotti i seguenti temi:

  • Circo sociale
  • Il ruolo dell'istruttore e dell'operatore sociale,
  • Giovani a rischio
  • Etica
  • Sicurezza
  • Creatività
  • Comunicazione
  • Lavoro di equipe


Due formatori di circo sociale del Cirque du Soleil condurranno il corso, in collaborazione con 4 formatori di circo sociale dell'Ass. Giocolieri e Dintorni. Le loro tecniche di facilitazione incoraggeranno lo scambio dei saperi e di esperienza tra i partecipanti.  

I posti disponibili verranno assegnati con priorità alle realtà che aderiscono al Progetto Altro Circo. Per ulteriori info e modalità di partecipazione contattare la segreteria di Giocolieri e Dintorni: giocolieriedintorni@hotmail.com - mob 347 6597732

     

           

 

 

 LOCALITA’

Lo stage avrà luogo a Pontedera (PI) presso le strutture di Spazio NU.
Indirizzo: Via Firenze, 42, 56025 Pontedera (PI) - tel 0587 54634
La città è facilmente raggiungibile anche in treno


VITTO E ALLOGGIO  

Attivata convenzione presso la struttura di Spazio NU dove sarà possibile pernottare in camerata al prezzo di soli 5 € e persona a notte (vi offrono un comodo materasso con guanciale per cui dovrete portarvi federa, lenzuolo e sacco a pelo). Chi desidera altro tipo di pernotto in B&B o simili deve occuparsi personalmente della prenotazione.
Per i pasti il Cirque du Soleil offrirà cortesemente a tutti i partecipanti il pranzo e un coffe break nel pomeriggio. Mentre per colazione e cena lo Spazio Nu offre un pacchetto di 4 cene (lun/mar/mer/giov) + 4 colazioni (mar/mer/giov/ven) a 60 € complessivi a persona.
I partecipanti saranno divisi in gruppi di 6 persone che ogni giorno, a rotazione, collaboreranno alla gestione dei pasti preparando i tavoli per i pasti (col, pranzo e cena) coordinati dalla cuoca, e aiutando a lavare le stoviglie al termine di ogni pasto.
Giocolieri e Dintorni raccoglie le vostre prenotazioni, vi preghiamo di indicare sul modulo di partecipazione le notti per cui avrete bisogno di alloggi e/o vitto. Il pagamento dei pernotti e del vitto presso Spazio NU verrà effettuato direttamente si gestori dello Spazio Nu al termine della prima giornata del lunedì.

          

 

 

 

 

 

 

Presentazione del Cirque du Monde e del Circo Sociale

Che cosa è il Circo Sociale?
Il circo sociale è un approccio innovativo all’intervento sociale, che utilizza le arti circensi come strumento per promuovere lo sviluppo individuale e sociale di individui a rischio.
È indirizzato a diversi gruppi a rischio che vivono in situazioni precarie dal punto di vista individuale e sociale, tra cui ragazzi di strada o reclusi, e donne vittime di violenza. L’obiettivo principale di questo approccio non è l’apprendimento delle discipline circensi fine a se stesso, ma la promozione dello sviluppo individuale e sociale dei partecipanti attraverso l’aumento dell’autostima e della fiducia negli altri, l’insegnamento di competenze sociali, la promozione di una cittadinanza attiva,  e l’aiuto ad esprimere la propria creatività ed esplorare il proprio potenziale.
Il Circo Sociale è un potente strumento catalizzatore di cambiamento sociale, poiché stimola le persone più marginalizzate ad assumere un ruolo attivo e arricchente nella comunità.

Che cosa è il Cirque du Monde e qual’è il suo ruolo?
Il programma di Circo Sociale del Cirque du Soleil, Cirque du Monde, è attivo da quasi 20 anni ed è diretto ai giovani a rischio. Con lo scopo di promuovere lo sviluppo personale e sociale di questi ultimi, le azioni del Cirque du Monde si manifestano attraverso laboratori di circo sociale, formazioni, servizi di supporto, consulenza, advocacy, e promozione delle reti di circo sociale.

Qual’è la storia di questo programma?  
Il Cirque du Soleil è una compagnia internazionale con sede in Québec (Canada) che si dedica alla creazione, produzione e distribuzione di opere artistiche. La nostra missione è di invocare l’immaginazione, stimolare i sensi ed evocare emozioni. Da quando ha avuto la possibilità di inseguire i propri sogni, il Cirque du Soleil ha scelto di impegnarsi con i giovani a rischio attraverso il circo sociale. Questo impegno portò alla creazione della rete Cirque du Monde nel 1995, e, cinque anni dopo, nel 2000, al primo programma di formazione per istruttori di circo sociale e operatori sociali. Il Cirque du Monde da sempre lavora in partnership con organizzazioni locali. Questa modalità di lavoro mette insieme il meglio di due mondi: le ampie competenze e il know-how del Cirque du Monde, e la conoscenza approfondita della realtà dei giovani e della comunità delle organizzazioni locali.
Dalla sua creazione, 500,000 giovani di tutto il mondo hanno potuto beneficiare dei laboratori del Cirque du Monde in più di 80 paesi:  Brasile, Haiti, Sud Africa, Mongolia, Canada, Messico e altri.
Recentemente, il Cirque du Soleil ha investito nello sviluppo di una serie di strumenti educativi per il circo sociale. Questi strumenti, disponibili in cinque diverse lingue, sono consultabili gratuitamente su una piattaforma online, la piattaforma del Cirque du Monde. Creata nel 2012, questo punto di incontro sul web 2.0 riunisce più di 500 collaboratori (organizzazioni, ricercatori, impiegati, artisti, formatori, istruttori, operatori sociali) e contiene circa 200 documenti.

Quali sono i benefici per i giovani?
Lezioni apprese e buone pratiche da condividere. L’esperienza degli ultimi 20 anni, insieme a numerose collaborazioni con persone che praticano circo sociale in tutto il mondo, ha portato il Cirque du Monde a definire alcune buone pratiche, strutturate in base a sette “principi del circo sociale”: spazi sicuri e piacevoli; connessione con la comunità; espressione e creatività; collaborazione tra il “sociale” e il circo; continuità e durata nel tempo; un approccio incentrato sui partecipanti; partnership.

Programma di formazione
Impegnandosi ad assistere e supportare lo sviluppo del circo sociale, Cirque du Monde creò nel 2000 un programma di formazione indirizzato a istruttori di circo e operatori sociali che interagiscono con migliaia di giovani, utilizzando le arti circensi per aiutarli a riconquistare fiducia e autostima, cambiare il loro percorso di vita e crescere personalmente e socialmente. Lo sviluppo di adeguate competenze educative rappresentava un passo necessario per garantire, nel lungo periodo, la continuità delle reti di circo sociale nel mondo.
La formazione è pertanto offerta in collaborazione con organizzazioni che hanno la capacità e la necessità di formare istruttori e operatori sociali. In ogni paese o regione, Cirque du Monde entra in contatto e partenariato con un’organizzazione ospite e sviluppa una strategia di formazione specifica per supportare la diffusione dell’approccio sul territorio. Ogni anno, Cirque du Monde offre in media 15 formazioni nel mondo, raggiungendo più di 250 istruttori di circo e operatori sociali.
L’obiettivo del programma di formazione base del Cirque du Soleil è di preparare istruttori di circo e operatori sociali a condurre laboratori di circo sociale con persone a rischio. La formazione intende inoltre aiutare a meglio comprendere il contesto generale di intervento, e sviluppare competenze necessarie a intervenire in modo appropriato in contesti diversi e multiculturali. La formazione base in circo sociale è costituita da due parti. Ogni parte dura 40 ore, distribuite solitamente in 5 giornate consecutive.

 

 

Il Circo Sociale e quello Terapeutico sono recentissime applicazioni delle arti circensi in situazioni di disagio sociale o fisico. Riportiamo in questa sezione un estratto dall’intervista a Michel Lafortune, ex-direttore del dipartimento del Cirque du Monde (pubblicata su Juggling Magazine n.38, marzo 2008) ogni riproduzione di questo testo consentita solo previa autorizzazione degli autori


"Il circo sociale è davvero di recente esplorazione, é un mezzo d’intervento sociale, perché il Sociale è un settore dove bisogna innovare. Ma oggi queste esperienze diventano sempre più solide e diffuse, con tanto interesse anche in ambienti accademici e di ricerca sociale. Circo Sociale per noi significa usare il circo per sviluppare autostima e abilità circensi, dare l’opportunità ai ragazzi di esprimere se stessi di essere più creativi, cambiare attitudine da vittima a protagonista, da pubblico ad artista, essere attori della loro vita, sviluppare una pedagogia che sia nuova e una buona opportunità per andare oltre l’esperienza delle arti circensi ed avvicinarsi anche all’apprendimento della lettura, di aprirsi alla cultura. E’ anche l’opportunità di creare un collegamento tra le persone che vivono nel disagio e la società, dargli una possibilità di esprimersi e di venire ascoltati, capire le proprie potenzialità e dare il loro contributo come cittadini del mondo. Non vogliamo re-inserirli, vogliamo anzi che la loro marginalità contribuisca ad arricchire il tessuto sociale, devono solo apprendere un linguaggio che gli permetta di farlo e il circo, come la danza, il teatro o altro, sono uno strumento che gli consente di relazionarsi con il mondo degli adulti con un’esperienza diversa. E alla società chiediamo di venire ed ascoltarli, percepirli in modo diverso da come hanno fatto finora. Noi siamo un’interfaccia, gettiamo un ponte tra queste due realtà. Usiamo spesso il concetto di Resilience, sviluppato da Boris Cyrulnik, che si interroga su come usare le esperienze che lasci dietro per farti proiettare in avanti. Alcuni ragazzi rimangono segnati per tutta la vita dagli ostacoli incontrati, altri li usano per smarcarsi e andare oltre. Noi ci impegniamo per sviluppare questa capacità."

Maggiori informazioni sui programmi Cirque du Monde e su Global Citizenship disponibili sul web cliccando qui