Juggling magazine

Accademia d'Arte Circense - Verona

Accademia d'Arte Circense

Via Tirso 3
37136 Verona

Tel. Segreteria: 3406987149 (Sarah)
Tel. Direttore: 3406991480 (Andrea Togni)

presidente@accademiadartecircense.it
direttore@accademiadartecircense.it
segreteria@accademiadartecircense.it
info@accademiadartecircense.it

http://www.circo.it/www.accademiadartecircense.it

 

A scuola di circo

Esiste una scuola in Italia dove, al posto di geografia, matematica e italiano, si possono apprendere giocoleria, funambolismo e trapezio. E’ l’Accademia del Circo di Cesenatico, dove una quarantina di ragazzi (non tutti di provenienza circense) dagli otto ai sedici anni, seguono i corsi di alcune delle principali discipline della pista.

L’Accademia è una Fondazione patrocinata dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e gestita dall’Ente Nazionale Circhi. E’ nata nel 1988 grazie all’impegno dei direttori dei maggiori circhi italiani. I primi corsi sono stati ospitati nel quartiere invernale del Circo Americano di Enis Togni, a Verona. Due anni dopo l’Accademia si è trasferita a Cesenatico, in una sede ampia e accogliente, in mezzo al verde e a pochi metri dal mare. Da qualche tempo scuole analoghe sono sorte un po’ ovunque in Europa, sull’esempio delle scuole esistenti in Russia ed in tutti i paesi dell’est europeo, dove il circo ha sempre ricevuto una maggiore attenzione. L’Accademia del Circo di Cesenatico possiede, tuttavia, una particolarità che la rende unica nel mondo occidentale. La sua struttura convittuale, infatti, offre una possibilità più ampia per la formazione professionale ed umana degli allievi. In questo senso ulteriore importanza riveste anche il fatto che l’Accademia permette ai ragazzi di provenienza circense di seguire le scuole dell’obbligo con regolarità. Il corso è articolato in quattro anni. Nei primi due vengono insegnate le basi di quasi tutte le discipline. In seguito ogni allievo si indirizza verso le materie più consone specializzandosi nel corso del biennio conclusivo e formando un proprio numero. Al termine del quadriennio l’Accademia rilascia il diploma di “artista  del circo”.

Gli istruttori sono tutti validi ex artisti. Ve ne sono di italiani, portoghesi, bulgari, russi e marocchini. Il presidente dell’Accademia è Egidio Palmiri. In circa dieci anni di attività l’Accademia ha diplomato oltre 50 allievi, oggi impegnati nelle piste di importanti circhi in Italia e all’estero. Alcuni dei migliori allievi hanno ottenuto prestigiosi riconoscimenti in manifestazioni internazionali, come i fratelli Peres, medaglia d’Oro al “Festival du Cirque de Demain”, a Parigi. O il clown d’Oro conquistato al Festival di Montecarlo dal numero “la festa del cavallo” della famiglia Casartelli, con una dozzina di diplomati dell’Accademia.

Di recente l’Accademia ha dato vita ad un’articolazione più elastica dei corsi al fine di poter accogliere studenti “esterni”, che quindi non soggiornano presso la struttura, di diverse fasce d’età. L’Accademia dispone di una biblioteca di circa 500 opere dedicate al circo e alle arti affini (magia, marionette, spettacolo popolare in genere), oltre ad una raccolta di oltre 900 videocassette contenenti spettacoli completi, festival, manifestazioni e numeri singoli. La parte centrale della biblioteca è formata dalla collezione di Massimo Alberini, per mezzo secolo collaboratore del Corriere della Sera, il quale ha voluto lasciare il suo patrimonio librario agli allievi dell’Accademia.

Presso la scuola ha sede anche la redazione di “Circo”, l’unica rivista specializzata esistente in Italia, il cui archivio rappresenta la più importante raccolta di dati recenti sul mondo dello chapiteau.

Gli allievi vivono In Accademia per nove mesi l’anno, seguendo il calendario della scuola dell’obbligo. Questa la giornata tipo: ore 7.30 sveglia; ore 8 a scuola; ore 13 pranzo; ore 14 i compiti per la scuola (con insegnanti di sostegno). Poi alle ore 16 l’inizio dell’attività circense che si conclude, dopo la pausa delle 18 per la merenda, alle 19.15. Infine la cena, alle ore 20.00. La giornata è molto impegnativa, ma questo non toglie agli allievi, nei momenti di tempo libero, la voglia di recarsi a visitare un circo nelle vicinanze o di dedicarsi ad altre attività ricreative.

 

Nuovi Corsi a Verona

Inaugurata il 20 settembre a Verona la nuova Accademia d’Arte Circense, che è così tornata nella città che l’ha vista nascere nel 1988, dopo aver svolto una lunga attività formativa a Cesenatico, sulla riviera romagnola.

Dopo una pausa di un anno e facendo tesoro dei suoi 15 anni di vita, l’Accademia ha ripreso il suo cammino riconfermando gran parte dei punti di forza che l’hanno resa famosa a livello internazionale e allo stesso tempo introducendo alcuni elementi di novità rispetto al passato.

In attesa di una sede stabile definitiva, che ospiterà anche il primo Museo italiano del Circo, i corsi si svolgono presso l’area della ex Centrale del Latte di Verona, in via Francia n. 3 (angolo via Roveggia, nella Zona Artigianale Industriale di Verona) dove, su una superficie di oltre 7 mila metri quadrati, sono state allestite le tensostrutture a moduli all’interno delle quali sono state ricavate palestre, sala danza e vari spazi per gli allenamenti nelle diverse discipline. Altri locali ospitano gli alloggi degli allievi, la sala mensa, gli ambienti per lo studio e il gioco.

I corsi sono rivolti a ragazzi e ragazze di età compresa fra gli 8 e i 16 anni, ovviamente non solo provenienti da famiglie circensi (la scuola è infatti aperta, senza alcuna limitazione, a tutti coloro che desiderano avvicinarsi alle discipline della pista) che al termine di cinque anni potranno ottenere il diploma di “artista circense”. Il biennio è riservato all’apprendimento di base di tutte le discipline (giocoleria, acrobatica, danza, clownerie, trapezio, ecc.), gli ultimi tre alla specializzazione in una o due materie con la presentazione - nell’occasione del saggio di fine corso - di un numero finito.

La nuova Accademia non cambia la sua impronta originaria, rimanendo una struttura organizzata sul modello del college, offrendo agli allievi un’accoglienza completa che va dal vitto all’alloggio, fino alla possibilità di frequentare le scuole pubbliche di Verona.

La seconda tipologia di utenza della nuova Accademia d’Arte Circense è quella che si rivolge agli “esterni”, ovvero agli allievi che non dimorano stabilmente all’interno della struttura. Possono accedervi bambini, giovani e adulti (non vi è alcun limite d’età), che possono scegliere fra due diversi approcci formativi: un corso della durata di sette mesi, da ottobre a maggio, e corsi dalla frequenza libera, la cui articolazione viene di volta in volta stabilita fra allievo, insegnante e direttore dell’Istituto, oltre a particolari proposte che si rivolgono ai ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori, che si configurano come corsi dedicati alle arti del circo e che hanno soprattutto uno scopo ludico-didattico.

Presidente dell’Accademia è il comm. Egidio Palmiri, fondatore e guida della scuola dai suoi inizi ad oggi, mentre il nuovo direttore, Andrea Togni, è un giovane già noto al pubblico del circo e degli addetti ai lavori per aver dato prova delle sue doti artistiche come acrobata, in particolare nelle discipline aeree.

L’equipe docente è, come nella tradizione di questa scuola, di grande livello. Sul versante formativo c’è da segnalare che l’Accademia beneficerà anche dell’apporto del Centro di documentazione delle arti del circo, con sede a Verona, che raccoglie materiali preziosi sul circo dal punto di vista artistico, storico e culturale: centinaia di libri, quadri, costumi, riviste, un migliaio di video, manifesti ed altro.

I premi ottenuti dai giovanissimi allievi che si sono formati alla scuola italiana del circo (sotto la guida di validissimi istruttori, ex artisti di nazionalità italiana, portoghese, bulgara, russa, marocchina) - l’unica a modello convittuale operante nel mondo occidentale - sono di assoluto rilievo: tre Clown d’Oro e un Argento al prestigioso Festival di Monte Carlo, la più rinomata vetrina mondiale per l’arte della pista (una sorta di Festival di Cannes per il circo) sono andati ad allievi usciti dall’Accademia, compresa l’ultima edizione che ha premiato i fratelli Errani.

Circa 80 i diplomati usciti dall’Accademia in 15 anni di attività, che oggi sono tutti impegnati nelle piste di prestigiosi circhi in Italia e all’estero.

Questo l’elenco delle discipline attivate per l’anno accademico 2004-5:

STRETCHING

COORDINAMENTO FISICO

ESERCIZI CORPO LIBERO

VERTICALISMO

GIOCOLERIA

CLOWNERIE(età minima anni 16)

CONTORSIONISMO

TRAMPOLINO ELASTICO

TRAPEZIO

TESSUTI AEREI

EQUILIBRISMO SUL FILO

DANZA (ritmica, acrobatica, classica, moderna)

Per gli esterni le lezioni avranno la durata di 2 ore, dalle 17,30 alle ore 19,30 per due (o più) giorni la settimana, dal lunedì al sabato, e vengono concordati al momento dell’iscrizione.Costo mensile, per due giorni la settimana, è di € 50,00. Iscrivendo due fratelli la retta è ridotta a€40,00 cadauno. Sono aperte anche le iscrizioni per adulti: i corsi si tengono dalle ore 20,30 alle ore 22,30.