Juggling magazine

Gigliopoli

Gigliopoli

via S. Antonio 6, Capo Milazzo, 98057 Milazzo (ME)
Alfredo D'Asdia 090 9281274
gigliopoli.org




GIGLIO CIRCUS

La nostra scuola di piccolo circo é calata all’interno del progetto educativo ”Gigliopoli, la città dei bambini spensierati” nato nel 2006. Il progetto si svolge presso la sede dell'Associazione, nei terreni e locali della Fondazione Barone Lucifero (ente partner) a Capo Milazzo - il progetto é autofinanziato dell'Associazione Il Giglio e della Fondazione Lucifero. Campi estivi, Turismo scolastico, Gestione Orto biologico e della fattoria didattica, Musica, Laboratori creativi e di cucina, Ideazione e Realizzazione eventi, Attività ambientali, Promozione della lettura, Radio Giglio, Osservazioni astronomiche, molto altro e...Circo! Le attività circensi, ed in particolare quelle connesse al circo sociale, si sviluppano pertanto in parallelo a tutte le altre in quanto vengono impiegate anche come ʺstrumento” educativo. L' idea fondante e` stata quella di assumere il tema del Circo come punto di partenza per un lavoro creativo, armonico, formativo e dal fortissimo impatto socio-educativo. Nel corso di questi anni ci siamo resi conto che le abilità circensi costituiscono, davvero, una possibilità di percorso di crescita individuale e di gruppo, un invito a fortificare forza di volontà, intuizione, sensibilità sia tattile che espressiva, ed una spinta al lavoro collettivo, collaborativo, dove la diversitità é sempre stata sinonimo di patrimonio e non di chiusura. Per quanto a volte incomprensibile, il mondo del Circo é un mondo fatto di rituali sociali, terminologie, metodologie molto precise, riconoscibili, trasmissibili da adulto a bambino. In questa situazione l'adulto non é più solo educatore o trainer, ma anche amico, aiutante, commentatore, sostenitore, guida, pur conservando tutte le caratteristiche e le responsabilità di un educatore che lavora con bambini e ragazzi. E’ questa una sorta di "teatro-terapia", attraverso cui operiamo sulle molte sfaccettature che ci compongono come individui, sulle parti a noi sconosciute e su quelle che rifiutiamo di riconoscere, per disparati motivi. Da Ottobre a Giugno di ogni anno realizziamo un Centro Studi per bambini con disagio vario (sociale, comportamentale, economico, ecc...). I partecipanti sono circa 35/40 e gli incontri tre volte la settimana, tutto mentre comunque portiamo avanti anche il resto delle attività dell'Associazione. Tra coloro che frequentano il Centro Studi le ʺproblematicheʺ maggiormente diffuse sono disturbi dell'apprendimento, iperattività, dislessia, disgrafia, ma ci troviamo spesso a gestire bambini in chiare ʺcrisiʺ comportamentali causate da dinamiche familiari (nelle quali siamo a volte chiamati ad intervenire). Sono presenti anche alcuni bambini con lievi disabilità, in quanto non siamo attrezzati (né dal punto di visto della nostra formazione personale che dal punto logistico) a gestire disabilità gravi. Di contro riceviamo le visite delle associazioni della zona che si occupano di disabilità con i loro gruppi insieme agli operatori. Nei mesi di Luglio e Agosto si svolge la Colonia Estiva con circa 250 partecipanti. In questa occasione i bambini hanno la possibilità di approcciarsi a tutte le nostre attività, quindi anche al circo che trova in questo periodo, più che mai, largo spazio. Oltre alle lezioni di acrobatica, giocoleria, equilibrismo, durante i laboratori, é stato progettato insieme a bimbi tutto quello che necessitano nelle “performances”, dai trucchi agli abiti, dalle musiche alle scenografie, facendo in modo di stimolare la loro fantasia anche nell'ideazione e nella realizzazione degli eventi, nei quali li hanno messi in mostra. Apriamo alle famiglie durante tre manifestazioni: la Città del Natale, la Festa della Primavera e la Notte Arcobaleno. Quest’ultima, a fine colonia estiva, rappresenta il culmine delle attività circensi, in quanto mettiamo in scena uno spettacolo con 180 bambini e ragazzi, che attraverso il gioco, la disciplina e il divertimento salgono sul palco e ancora una volta ci sorprendono!