Juggling magazine

Progetto di Educazione Motoria e Attività Circense per bambini di 4/5 anni)

Università degli studi di Tor Vergata, Facoltà di Medicina e Chirurgia, corso universitario in Scienze Motorie 
Autore: Laura Ugolini
duofigaro@libero.it
Relatore: Prof. Stefano D'Ottavio
Correlatore: Dott. Gioacchino Paci
Anno accademico: 2011/2012

Con questo lavoro si vuole prendere in considerazione l'attività circense e quali sono i contributi che può dare in un progetto didattico, e come si affianca all'educazione motoria di base nella scuola dell'infanzia. 

Nella Scuola dell'infanzia e primaria queste attività motorie e di gioco, favoriscono l'acquisizione di abilità  che concorrono allo sviluppo globale della personalità del bambino, considerata non solo sotto il profilo fisico, ma anche cognitivo, affettivo e sociale.

Prima di entrare nella scuola materna il bambino ha sviluppato quella che Piaget chiama “l'intelligenza senso-motoria”, l'intelligenza si manifesta in un primo tempo come esplorazione diretta dell'ambiente con attività senso motorie sulla cui base vengono organizzate le strutture originarie del pensiero. La  conoscenza e la coscienza del corpo umano assieme al movimento, così come ha detto Piaget , costituiscono la base della vita psichica.

Nei primi anni i bambini sviluppano abilità motorie fondamentali camminare, correre, saltare, arrampicarsi, lanciare, che sono schemi motori di base, le prime espressioni di movimento che dovranno poi essere perfezionati, integrati ed arricchiti negli anni successivi. Il movimento, rappresenta la massima proiezione del corpo nello spazio e permette di rilevare l'esistenza di un linguaggio del corpo. I concetti che includono spazio, tempo, numero, quantità, velocità movimento si acquisiscono dalla nascita alla fanciullezza attraverso il contatto con gli oggetti e l'interazione con l'ambiente.