Juggling magazine

Ibla Buskers - Ibla 2000

Ibla Buskers

 

Anche quest’anno, seppure con uno spostamento di date dovute ai lavori di ristrutturazione e restaurazione in corso nel centro storico, nella splendida cornice barocca di Ragusa Ibla ha avuto luogo la sesta edizione di IBLA  BUSKERS, festival di artisti di strada organizzato dall’Associazione Culturale Edrisi

L’idea, scaturita dalle lunghe discussioni tra alcuni giovani entusiasti riuniti in un’associazione, si proponeva di realizzare un progetto culturale di ampio respiro, che si rivolgesse ad una vasta fascia di pubblico. L’idea di un festival d’arte di strada ci parve subito adatta. Con il sostegno di un amministratore illuminato cominciammo tra mille difficoltà a reperire gli artisti e a districarci tra i tortuosi sentieri burocratici. Punto cruciale era definire i luoghi per gli spettacoli. Desideravamo far rivivere nella sua dimensione naturale il quartiere barocco, ma senza turbare e stravolgere i fragili equilibri su cui si regge l’antico centro storico di Ragusa Ibla. Fino ad allora, i pochi spettacoli realizzati ad Ibla, per assicurarsi l’affluenza del pubblico, si svolgevano regolarmente nella centrale Piazza S. Giorgio. Ma il nostro progetto desiderava puntare sulla suggestione e la sorpresa di luoghi insoliti; angoli, vie, piazzette dove la gente passava di rado e distrattamente. Fu una scelta azzeccata e il connubio tra arte di strada e piccoli spazi che contrastano e si fondono con l’esuberanza dei monumenti barocchi, ha contribuito al successo della manifestazione.

 

Essere giunti alla sesta edizione non è cosa da poco, perché se è vero che annualmente si celebrano tanti festival, è altrettanto vero che pochi si ripropongono con continuità. Ricordiamo su tutti Ferrara, Certaldo e Pelago. Inoltre la maggior parte di queste fortunate iniziative si svolgono nel centro-nord dell’Italia, dove l’attenzione degli amministratori per le attività di carattere culturale è senz’altro maggiore. Ibla Buskers, divenuto l’appuntamento forse più importante del Sud d’Italia per l’arte di strada, rimane una splendida anomalia.

 

Anche questa sesta edizione del festival, seppur in formato ridotto, ha mantenuto una sua dignitosa fisionomia, risultando gradita alle migliaia di persone intervenute e agli artisti partecipanti. Purtroppo, di fronte all’innegabile successo conseguito in questi anni, al crescente interesse mostrato dal pubblico, dagli artisti e dagli operatori culturali, assistiamo ad una persistente diminuzione dei finanziamenti dagli Enti preposti. Le mille difficoltà e ristrettezze tra cui anno dopo anno siamo costretti a destreggiarci sta inaridendo la fantasia e il piacere di operare, mettendo in crisi la stessa sopravvivenza del festival. Non ci resta che sperare nella sensibilità delle istituzioni per una settima edizione, il prossimo ottobre, altamente spettacolare e bella.

 

Hanno partecipato alle sei edizioni di Ibla Buskers quasi 250 artisti provenienti da quindici nazioni diverse, un incredibile flusso di uomini, arte e spettacolarità che ci proponiamo con entusiasmo di non interrompere. Un ringraziamento particolare al mitico Viral, certamente tra i più bravi giocolieri italiani, al quale va tutto il nostro affetto e la nostra gratitudine per l’insostituibile aiuto che ci ha dato nell’organizzare le ultime edizioni del festival. A noi stessi, auguriamo di poter uscire da questa situazione di pura “resistenza”, per poter finalmente dare piena forma ai nostri desideri.

 

Hasta la vista malabarista!!

 

Francesco Pinna

<typohead type="1" align="left">Associazione Culturale Edrisi </typohead>

<typohead type="1" align="left">Via Carducci 101  Ragusa  </typohead>

<typohead type="1" align="left"> </typohead>

<typohead type="1" align="left">tel/fax 0932-651506</typohead>

<typohead type="2">www.iblabuskers.it  </typohead>

<typohead type="2">info@iblabuskers.it</typohead>