Juggling magazine

Mercantia 2003

XVI Mercantia - luglio 2003

 

 

Mercantia, Certaldo (FI) – 22/27 luglio 2003

 

XVI edizione di Mercantia, come le precedenti ricca di artisti e di pubblico, ma quest’anno particolarmente gradita al nostro palato per la significativa partecipazione e il notevole successo di alcuni spettacoli di rilievo di Nuovo Circo, oltre che per i due chilometrici Open Stage che ci è stato possibile presentare nel week-end grazie alla fiducia di Terzo Studio e alla disponibilità dei tanti entusiasti, giovani artisti che hanno accettato di partecipare all’evento senza pretendere alcun compenso. Agli Open Stage, strictly under 30!!, e al lavoro presentato dagli ancora più giovani allievi della Scuola di Teatro di Bologna dedichiamo queste pagine. Sui prossimi numeri pubblicheremo invece le belle interviste rilasciate da Circo Xiclo e Teatro Glimt. Segnaliamo anche la costituzione avvenuta a Certaldo in seno alla FNAS della Consulta Italiana Promotori Arte di Strada (CIPAS), organismo aperto a tutti gli operatori del settore e al quale sarà affidato l’importante compito di promuovere e rappresentare l’Arte di Strada in Italia (per maggiori info www.fnas.org).

 

 

 

ALKIMIE

AlKimie nasce dall’incontro di due giovani artisti torinesi, Francesco Sgrò (24)  e Piergiorgio Milano (20), equilibristi, acrobati e giocolieri, al loro secondo anno di formazione presso Flic, scuola di formazione in arti circensi di Torino. “Appunti di viaggio” è la trasposizione in chiave teatro di strada di “Le Braci”, un romanzo dell’800 di Sandor Marai. L’incontro tra due vecchi amici d’infanzia che si raccontano uno all’altro con la purezza di trenta anni prima, per accorgersi però che il loro destino sarà quello di vivere separati. Alla ricerca personale, condotta nell’arco del primo anno della scuola, è seguita la ricerca congiunta di una drammaturgia. Eliminata completamente la parola ci si è rivolti alla capacità comunicativa del proprio corpo, utilizzando la danza innanzitutto e ricercando l’espressività di oggetti inanimati, come la scala d’equilibrio. Lo spettacolo verrà ripreso nel prossimo anno di formazione per rielaborarlo in maniera più matura e per avere al termine dei due anni un risultato completo.

 

Francesco-Fuma che’nduma 338-9792136  fumachenduma(at)yahoo(dot)it

Piergiorgio 347-5327701 liberidivolare(at)yahoo(dot)it

 

 

ANTHONY T

Anthony Trahair (28), inglese, ha imparato a giocolare nel ‘94 mentre studiava chimica all’universita’ di Birmingham. Terminati gli studi frequenta le Convention e partecipa a seminari tenuti da Sean Gandini, Alber Lucas e Anthony Gatto. Nel ‘97 si stabilisce a Roma, dove pratica lo yoga, frequenta allo IALS corsi di danza e discipline corporee e da 4 anni insegna giocoleria contemporanea. La sua ricerca lo porta ora alla Scuola Dimitri (CH) con lo scopo di creare uno spettacolo teatrale di un’ora.

A Certaldo ha portato brevi numeri ad alto impatto visivo, senza l’uso della parola, per allontanarsi dalla classica figura di un giocoliere da circo/strada e presentare qualcosa di più moderno ed artistico, come il personaggio del giocoliere venuto dal Bronx. La fusione tra musica, movimento corporeo e giocoleria risaltano nel suo lavoro l’armonia dell’insieme e l’energia trasmessa, senza cascare nel meccanismo del “sempre più difficile”.

 

347 8878662

www.bbbgiocolieri.com

Info(at)bbbgiocolieri(dot)com

 

 

ASIER

Asier Garnatxo (28) viene dai Paesi Baschi e gioca con una palla e una corda. Sei anni fa imparò a girare tre palline, allenandosi nel tempo libero. Poi ha deciso che quel lavoro in fabbrica come progettista di macchine non faceva per lui e a 23 anni partì per Barcellona, dove ha frequentato per due anni la scuola di arti circensi: giocoleria, clown, acrobatica, trapezio, lavorando anche in alcune compagnie e in rassegne medioevali. Grande sportivo, istruttore di soccorso marino, speleologo, nella giocoleria ha finalmente incontrato l’essenziale della sua vita.

Come un pittore che comunica con la propria arte, Asier parla con una palla e una corda. Una ricerca personale e singolare, proposta al circo e nelle piazze. Meno oggetti e più possibilità, accompagnate dalla ricerca del silenzio, nel senso che il silenzio non esiste; tutto ha un rumore di fondo e la gente deve imparare ad ascoltare la voce del corpo e del movimento, lavorare con l’immaginazione quando vede il suo spettacolo.

 

Kilicolo3(at)hotmail(dot)com

 

 

CIRCO FANTASMA

Entrambi argentini, Vanina Fandino (24), due anni di formazione in scuole di Espressione Corporale e danza contemporanea e Nicanor De Elia (27), alle spalle 6 anni di lavoro professionale con varie compagnie di teatro, danza e Circo-Teatro, insegnante di giocoleria presso varie istituzioni, hanno completato presso l’Espace Catastrophe (Belgio) la loro formazione. Hanno presentato i loro spettacoli in Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Italia, sia in strada sia in teatro. 12 Voltios è il risultato della loro ricerca condotta a L’Espace Catastrophe (Bruxelles – Belgio) tra le tecniche di giocoleria, danza e teatro. 12 V. è centrato su due esseri che si trasformano nelle diverse situazioni proposte dallo spazio urbano dove si esibiscono. 12 V. porta la tecnica della giocoleria su un piano teatrale, cercando attraverso la tecnica di regalare un’emozione. Sono 12 V. di indipendenza elettrica e di spirito, un “mereque” e tante altre belle cose.

 

nicatati@yahoo.com

vafanva@yahoo.com.ar.

00 32 472645098

 

 

 

DANCING MALIBU’

Hugo Coronel (24) e Tomas Taboada (25) vengono da Rosario, Argentina. Hugo, musicista professionista ha studiato clown e acrobatico a Carampa (Madrid). Anche Tomas, dopo aver studiato teatro e immagine alle secondarie e lavorato con le tecniche circensi ha completato la sua formazione in acrobatica, clown e giocoleria a Carampa (Madrid). Il loro spettacolo ha avuto 9 mesi di gestazione ed è stato presentato in numerose piazze e festival in Spagna, Portogallo e Italia. Due personaggi con tanta energia che sfruttano in scena le proprie virtù e le proprie debolezze, diabolo che ballano al ritmo della batteria, acrobatica eccentrica, molto contatto con il pubblico; sono gli elementi con i quali questi due personaggi danno libero sfogo alla propria esilarante pazzia.

 

tomuchomas@yahoo.com

elmowoaxul@hotmail.com

00 34 676702849

 

 

FREAKCLOWN

Stafano Locati (26) e Alessandro Vallin (28), entrambi milanesi, si sono conosciuti nella storica palestra dei giocolieri della Cascina Autogestita Torchiera. Il loro percorso formativo li ha visti partecipare ad una lunga serie di stage, frequentare l’Accademia del Circo di Cesenatico e diplomarsi al Teatro Arsenale secondo il metodo Lecoq.

Stefano ha fondato il Teatro del Cacao, Alessandro il duo Mirko & Pallino, esplorando in seguito con i Saltimpunk le vie del rock circense. Dopo essere entrati nel cast della Gran Parata Kebab hanno concepito insieme i FreakClown, duo comico che stravolge l’impronta comica fino a toccare l’assurdo. Rifacendosi all’antica arte del saltimbanco mescolano le arti circensi della giocoleria, dell’equilibrismo e dell’acrobatica, mentre un ruolo fondamentale è dato alla musica, sia che provenga da un baule, sia suonata dalla chitarra o dalla batteria ”artigianale” dei due eclettici artisti.

 

Stefano 349 6135562 stefano@teatrodelcacao.it

Alessandro 339 8399413 ilsignorpallino(at)hotmail(dot)com

www.treatrodelcacao.it/freakclown

 

 

JENNY ROMBAI

Jenny Rombai (26), nata in Germania, ha frequentato per due anni un corso di formazione presso L’Espace Catastrophe a Bruxelles (Belgio) e due anni di lezioni con Arian Miluka, grande maestro dell’equilibrio. Il numero alla corda molle è nato durante l’ultimo mese del corso a Bruxelles. La relazione tra la corda e il personaggio è alla base del numero. Il suo personaggio esplora la fragilità che si nasconde dietro la necessità di inquadrare, come alla televisione, tutta la persona o l’evento; contingenza che domina il quotidiano di molte persone. In contrasto con questo la corda molle sembra pendolare tra i due estremi

 

jennyrombai@hotmail.com

 

CIE LE LOOP

Emiliano Sanchez Alessi (28) e Fernando Melki (25) si sono formati presso la scuola argentina del Circo Criollo per poi approdare alla Escuela Rogelio di Barcellona. Da 7 anni sono artisti professionisti e 2 anni fa hanno fondato la Cie Le Loop e cominciato a lavorare insieme, partecipando a molti festival in Argentina, Spagna e Italia, fino a ricevere nel 2002 il primo premio al festival “Arts de Carrer” a Barcellona, dove si sono recentemente trasferiti. Nel Circo le cose impossibili, i sogni e i deliri trovano una loro ottimale collocazione e Buenitos è uno spettacolo che coniuga il circo moderno con quello tradizionale attraverso la tecnica della giocoleria e dell’equilibrismo dinamico, uniti da una comicità senza testo che ne facilita la comprensione in tutti i posti del mondo e per il pubblico del mondo.

 

leloopcirco@yahoo.com.ar

(0034)696 595258 Espania

(0039) 340 3358434 Italia

(005411) 4827 5842 Argentina

 

 

MATTARELLO

Simone Romanò (25) romano, ha iniziato a giocolare più di 5 anni fa ed ha avuto la fortuna di conoscere degli artisti che lo hanno introdotto all’arte di strada. Da lì i primi corsi di mimo, acrobatica e ginnastica, poi nel 2001 la prima partenza per Carampa (Madrid). Sbocciato il suo amore per il circo ha cominciato ad allenarsi e a lavorare da solo per strada, finché a ottobre dello stesso anno entra nel corso annuale a tempo pieno di Carampa. Entusiasta organizzatore delle Convention Romane ha trascorso l’ultimo inverno a Roma tra palestre di Ginnastica e scuole di Danza, per consolidare il suo bagaglio tecnico-artistico e per montare il suo spettacolo di strada che ha portato in giro dai primi di maggio. A Certaldo ha presentato degli estratti dal suo spettacolo: i numeri del cappello e della verticale sulla struttura. La sua formazione continuerà per i prossimi due anni nella scuola di circo Circus Space (Londra), dove si concentrerà soprattutto sull'equilibrio (verticali) e sulla giocoleria, senza peraltro abbandonare i fondamentali di danza e teatro.

 

secumt@tiscali.it

328 4674637

 

 

 

TOPINKA

Roberta Bagni (21), originaria di Rimini, dall’età di 14 anni studia pianoforte, da 3 anni percussioni, da 2 il didjeridoo, da 1 anno il flauto etnico degli indiani d'America e ora sta studiando la fisarmonica. Ha studiato per 5 anni danza classica ed ha partecipato a stage di danza contemporanea e danza teatro ad Urbino, dove frequenta l'Accademia di Belle Arti. Da 4 anni pratica la giocoleria e, liberandosi in questa forma di movimento, l’ha spontaneamente unita alla danza. Ora è impegnata nella pratica di danza e giocoleria d'improvvisazione, associata ad uno dei tanti generi di danza trance (da sette anni esegue ricerche sullo sciamanesimo). A Mercanzia ha presentato un suggestivo spettacolo di danza-teatro, giocoleria e musica dal vivo: costume nero e volto bianco; passi di danza su musiche di Bjork e Aphex Twin; un baule capace di ingoiarla; delle mani di manichino dal significato simbolico (e qualche minuto di musica col didjeridoo).

 

muladhar@tin.it

348 5189218

 

IL TRIO MARIA

Antonio Coluccio (30) e Luca Clarioni (30), entrambi romani, si sono formati in diverse scuole, tra cui il Circo Piccolino di Baya e Carampa di Madrid. Il cammino de Il Trio Maria è segnato da varie peripezie che portano questo gruppo di artisti di strada dalla spiccata propensione per le arti circensi a dover cambiare momentaneamente le loro kermesse, e con molto piacere, perché dai danni nascono delle cose nuove e inaspettate. Attirati a Mercantia dal carattere festoso dell’Open Stage e dai tanti amici presenti si sono esibiti il sabato nei panni di abili presentatori e la domenica nei rispettivi ruoli del loro nuovo spettacolo, " Trash and Clean", una critica in chiave molto comica della nostra società.

 

Antonio 333 3448021

Luca 333 9398619

Iltriomaria(at)latinamail(dot)com

 

 

 

            ok, ok, mi arrendo, mi avete trovato...