Circo e Sport

L’ambito del circo contemporaneo per le sue caratteristiche si presta ad essere usato come linguaggio universale per lavorare sulle performing art, con l'intento di intersecare le altre arti performative, ma anche attività e pratiche legate al mondo dello sport, dell'educazione, del sociale, permettendo di raggiungere anche i cosiddetti “non pubblici” della cultura (bambini, anziani, giovani genitori, disabili, immigrati etc.). L’ingresso delle arti circensi negli ambiti dello spettacolo dal vivo, dei progetti educativi e/o per la trasformazione nel sociale è un processo che da circa un trentennio solidifica le sue basi e legittima i suoi percorsi.

Più controverso è invece il pieno riconoscimento delle attività circensi in un ambito con il quale ha diviso per secoli, in senso letterale e figurato, il terreno di gioco: lo sport. Questi due mondi, oggi formalmente così distanti, hanno in realtà matrici storiche e culturali assai comuni. Al punto che la quasi totalità delle associazioni che praticano in Italia le arti circensi a livello amatoriale, sono affiliate ad enti di promozione sportiva; un settore che nel suo complesso conta diverse migliaia di praticanti.

In questo contesto il percorso avviato all’interno della UISP (Unione Italiana Sport per Tutti), dello CSEN e di altri enti di promozione sportiva, per un riconoscimento pieno delle attività circensi, è una delle attività strategiche di sviluppo del pubblico che il progetto CircoSfera, insieme al settore, persegue sul territorio nazionale.

In particolare il progetto CircoSfera, è impegnato in un percorso all'interno della UISP – Leginnastiche per il ricoscimento e la diffusione delle attività circensi in ambito sportivo non-agonistico. In risposta alle specifiche esigenze degli associati praticanti la disciplina sportiva delle attività circensi  ed evidenziando le concrete connessioni tra le tecniche delle ginnastiche e quelle delle acrobatiche, tessuti aerei, equilibrismo e giocoleria, è stato attribuito un codice UISP/CONI specifico per le attività circensi ed elaborato un ordinamento al fine di conformare la pratica delle attività ed i relativi percorsi formativi secondo criteri condivisi di buona tecnica e sicurezza.

L’UISP pratica promuove e organizza la pratica amatoriale delle attività circensi  considerando l’approccio alle attività competitive e non competitive come ulteriore occasione ludico motoria di confronto e condivisione tra associazioni e soci praticanti.  

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.