dettaglio workshop 2012

 

 

laboratori nelle scuole

 

 

Educazione Comico-sociale

Conduttore André Casaca (Ass. Teatro C’art – Castelfiorentino – FI)
2 lezioni aperte al Teatro C'art con i ragazzi del centro diurno, il martedì e il giovedì dalle 10:30 alle 12:00 lezione, poi mezz'ora/40 minuti di confronto con gli operatori dopo ogni lezione. Sarebbe opportuno che gli operatori interessati siano divisi nelle due mattinate in modo da non essere in tanti ad osservare (max 15/20 operatori per mattina).
www.teatrocart.com

 

 

Mini-Circo, non è un gioco per grandi

Conduttrici Elena Giussani e Giuditta Pino (Circa Circo - MI)
Percorso dedicato ai bambini della scuola materna. Obiettivi: conoscersi giocando, imparare con gli altri, sperimentare in autonomia, sbagliare col sorriso. Ogni incontro sarà preparato per introdurre elementi circensi nuovi e ritrovare quelli presentati, in modo da lasciare ogni partecipante libero di scegliere come esprimere le proprie doti di piccolo circense!
www.ilgrafo.it

 

 

Il Bambino Competente

Conduttore Stefania Garaccioni (Ludica Circo - VR)
IL BAMBINO COMPETENTE - workshop dell'approccio libero alle arti circensi
La proposta prevede l'incontro delle arti circensi in tre lezioni attravero un rapporto mediato e non esclusivamente direttivo. I tre incontri prevedono lo sviluppo di tre tematiche: equilibrismo, giocoleria e giochi teatrali/acrobatici.
Le lezioni hanno l'obiettivo di rendere l'allievo autonomo nella gestione degli oggetti del circo attraverso una mediazione lenta e graduale. Metà lezione sarà quindi gestita dal formatore e l'altra metà avrà la ricerca dell'autonomia  del ragazzo nei confronti della materia trattata (corpo, attrezzi e relazione coi compagni).
www.hermete.it

 

 

A scuola di.... Circo!

Conduttore Marco Grillo (UD)
La finalità è quella di far conoscere ai bambini i vari aspetti e personaggi che si collocano all’interno del contesto circense, attraverso diverse esibizioni in cui tali figure verranno presentate singolarmente; e di far sperimentare loro in prima persona tali discipline attraverso dei brevi laboratori ludico-artistici di sperimentazione.
Il percorso sarà suddiviso in 3 moduli che tratteranno ciascuno un singolo personaggio/disciplina (ad esempio “Pallino il giocoliere”,”Filo il mago”,”Peppe l’equilibrista”,”Ciacci il clown”, …).
All’inizio ciascun modulo verrà presentato tramite uno spettacolo interattivo (della durata di 20’) in cui verranno descritti i costumi e le caratteristiche di ciascun personaggio, anche per mezzo di un personaggio mediatore: Marco, il direttore del “Circo più piccolo che c’è”. Successivamente verranno proposti laboratori in cui i bambini potranno sperimentare in prima persona tali discipline (il tutto verrà presentato e proposto per mezzo di giochi ed esercizi di circo-motricità).

 

Insegnare ed apprendere attraverso modelli collaborativi

Conduttore Michele Diana (Un Clown per Amico - BA)
Il percorso intende offrire spunti creativi, utilizzando esercizi semplici, attraverso un approccio basato sull’integrazione di modelli pedagogici collaborativi fondati sulla nozione di comunità di apprendimento. La struttura della lezioni si comporrà di due segmenti, la prima dedicata all’attività pratica e la seconda di commento alla prima.

 

 

Spazio Aerea

 

 

presentazione Spazio Aerea

a cura di Martina Favilla (Antitesi Teatro Circo - Pontedera, PI)
La scuola Antitesi Teatro Circo di Pontedera coordinerà a programmazione di uno spazio di confronto e ricerca dedicato interamente all'acrobatica aerea e alle sue applicazioni nei progetti di circo per bambini e ragazzi. Durante il Meeting verranno attivate 10 ore di workshop e dimostrazioni di lavoro che trattino elementi di didattica, sicurezza, creatività nel lavoro con tessuti, trapezio, cerchio aereo.

Programma
Chi vorrà seguire gli eventi e gli appuntamenti di questo spazio avrà la possibilità di “volare” attraverso vari aspetti dell’acrobatica aerea.
L’idea è quella di non limitarsi a fornire delle tecniche di base di acrobatica aerea, ma cercare di addentrarsi nella complessità di questa disciplina in tutti i suoi aspetti: dal montaggio degli attrezzi e delle attrezzature, dando ampio spazio alle nozioni di sicurezza, fino ad arrivare alla tecnica e alla messa in scena.
Il percorso avrà inizio già nel pomeriggio di lunedì 10 settembre, in cui approfitteremo del montaggio della struttura aerea autoportante per iniziare a porre le basi di sicurezza e tecnica di montaggio degli attrezzi e delle attrezzature aeree per concludere con un’introduzione alle basi tecniche e pedagogiche dell’insegnamento dell’acrobatica aerea.
Martedì 11 settembre, avremo un ospite di eccezione… sarà la volta di Firenza Guidi, formatrice, drammaturga e regista di livello internazionale, che presenterà un Laboratorio/Masterclass di formazione del performer e creazione drammaturgica. Con lei potremo capire come la tecnica possa trasformarsi in performance. Potremo assistere in diretta al processo creativo che trasforma l’esercizio “ginnico” in azione teatrale. Dopo la giornata di seminario e lavoro con i performer, la sera presenterà la conclusione della sessione di lavoro nello spazio cabaret.
Mercoledì 12 affronteremo gli aspetti legati alla sicurezza con Davide Riminucci, rigger professionista, che proporrà un percorso teorico e pratico che toccherà vari temi: la normativa vigente, le linee vita, sistemi e dispositivi anti-caduta, il lavoro in quota, i salvataggi…
Giovedì 13, lo spazio aereo, verrà messo a disposizione per un momento di scambio e confronto sull’acrobatica aerea tra gli operatori, ed ospiterà la presentazione di un progetto sperimentale dal titolo BellyCircus, un  metodo di riscaldamento per le arti superiori e la schiena che prende spunto dalla danza del ventre e che si sta rivelando particolarmente utile per le attività aeree.
Venerdì 14 ospiteremo Olga Gorbunova, insegnante di acrobatica aerea della Scuola di Circo Antitesi, proveniente dalla Scuola di Circo di Mosca ed ex artista del Circo di Mosca con esperienza ventennale nell’insegnamento dell’acrobatica aerea. In questa sessione Olga illustrerà il metodo di lavoro che utilizza nel lavoro con bambini e ragazzi, prendendo in esame principalmente il cerchio aereo e il trapezio fisso e balance.

Martina Favilla è direttrice artistica e organizzativa della Scuola di Circo Antitesi, attrice, acrobata aerea e insegnante di arti circensi per bambini e ragazzi.
Si forma come attrice presso la “Fondazione Pontedera Teatro” dove segue il corso di formazione professionale per attori, successivamente, nel 2000, incontra l’arte circense appassionandosi principalmente alle discipline aeree, seguendo docenti quali Camilla Sarrazin, Samuel Jornot, Juliana Neves e formandosi anche come insegnante di teatro circo per adulti e bambini.
A completamento delle sue competenze in campo attoriale e circense, si dedica all’approfondimento di tecniche di regia e drammaturgia teatrale nonché agli aspetti tecnici e scenografici del teatro e del teatro di figura seguendo seminari di costruzione di maschere in cuoio e cartapesta, costruzione e manipolazione di burattini, in particolare, attraverso il “Teatro-Gioco-Vita”, si appassiona alle tecniche di uso della luce e del Teatro delle ombre, che sviluppa poi presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze con Fabrizio Crisafulli (regista), con il quale collabora alla realizzazione di Magnetica City (2005), nel 2009 si diploma nel corso di formazione professionale per “tecnico della ripresa e del montaggio di immagini”. Negli ultimi anni cura la direzione artistica di eventi e festival, tra i quali, “Circo Follia – il circo dei bambini per i bambini”, il “Circo sotto l’Albero”, “Festa Medievale di Vicopisano”, nonché la prima edizione di “CIRCOMONDO” Festival internazionale di Circo Sociale tenutosi a Siena a gennaio 2012.
www.antitesiteatrocirco.it

 

 

Laboratorio/Masterclass di formazione del performer e creazione drammaturgica

Ideato e diretto da Firenza Guidi (Elan Frantoi - FI),
con Elena Burani e Davide Riminucci

Il laboratorio/masterclass è una ricerca e quindi come tutte le ricerche non può arrivare a delle conclusioni immediate.  La domande fondamentali da cui parto sono: che cos'è la "presenza" in performance? Quand'è che un corpo - in particolare il corpo circense - smette di essere solo "tecnica" e diventa drammaturgia? Come fa il corpo circense a essere sia "abile" (e quindi lavorare in sicurezza) che performativo? Che cos'è la bellezza in performance? Il lavoro sul corpo parte da tre aspetti fondamentali della vita del performer: la vulnerabilità, la forza, la sensualità. 
Il lavoro sul performer parte da due spazi interiori: la memoria e il desiderio.
La sua connessione incondizionata  mente - corpo
dando l'impressione che l'attore/performer sia un essere pensante, con una vita interiore di cui noi non possiamo sapere tutto. Il performer metaforicamente si offre, è "godibile", "aperto", "irrisolto" e come tale, può aprire un dialogo nell'immaginario dello spettatore. La bellezza, in performance, è per me riuscire a risvegliare l'immaginario dello spettatore e appellarsi al suo desiderio di raccontare se stesso. La ricerca della presenza e quindi della bellezza, nel mio lavoro di formatrice, drammaturgo e regista, pesca nel torbido, si sporca le mani, si invischia con gli alti e bassi dell'umano in quanto sguardo, respiro e corpo.

Firenza Guidi è formatrice, drammaturgo e regista di circo, film e teatro. La sua metodologia di lavoro è diventata il suo marchio distintivo internazionale attraverso spettacoli e performance su piccola e grande scala creati nei luoghi più disparati: da chiese a hangar,  a parcheggi, musei, cripte sotterranee, miniere, fabbriche fino  alla biblioteca  nazionale dell'Avana a Cuba. Da anni crea e dirige performance di circo e teatro in tutto il mondo. La Guidi ha ideato e diretto spettacoli di fama internazionale per la compagnia gallese NoFIt State Circus, tra cui Immortal e Tabú, e, recentissimamente, Bianco presentato lo scorso Luglio all'Eden Project, in Gran Bretagna. In Italia dirige il Centro di Arti Performative in sede all'ex Frantoio nel Parco Corsini di Fueccchio dove ha sede la sua scuola di teatro e circo e dove ha creato il filone di spettacoli del suo "teatro senza palco".
www.elanfrantoio.org
 


 

 

 

Sicurezza, corretto montaggio e normativa sull'aerea

conduttore Davide Riminucci (Acro - GE)
affronteremo gli aspetti legati alla sicurezza con Davide Riminucci, rigger professionista, che proporrà un percorso teorico e pratico che toccherà vari temi: la normativa vigente, le linee vita, sistemi e dispositivi anti-caduta, il lavoro in quota, i salvataggi…

Con un percorso formativo che include  danza contemporanea,  capoeira, mimo corporeo e le arti circensi da vita a performance acrobatiche aeree alla corda e ai tessuti.. Nel 2001 si avvicina al mondo del circo collaborando con la compagnia francese Physallis diretta da Jane Allan. Successivamente inizia un corso di specializzazione in acrobatica aerea alla scuola di circo di Nanterre,  Parigi.Nel 2004 lavora come acrobata nello spettacolo diretto dalla FURA dels BAUS   “ On Naumon”. Dal 2005 e acrobata aereo in diverse opere liriche dirette dal regista polacco Michal Znaniecki.:La Bella Dormiente (Teatro Arriaga, Bilbao).Retablo (Teatro Comunale di Bologna) L’Istoire du soldat (Teatro Verdi di Sassari).Mandragora (Festival delle Nazioni a  Città di Castello).Cirano de Bergerac con Placido Domingo (Palau des Arts Reina Sofia a Valencia). Rigoletto (Ente Lirico Luglio Trapanese).Responsabile dei movimenti di scena degli acrobati nell’opera” Lucia di Lammermoor”al Teatro Nazionale di Varsavia ”Narodowa” in Polonia. Nel 2007 fonda  il Duoacrobat,  compagnia che negli ultimi anni partecipa a numerosi festival di teatro urbano ed eventi sia in italia che all'estero.
acrodav@gmail.com

 

 

workshop pratici

Competizione forza e collaborazione nel Circo Sociale

conduttore Tommaso Negri (diplomato Ecole du Cirque de Bruxelles)
Cosa significa fare Circo Sociale? Di definizioni e teorie a riguardo ne sono state proposte e ne proporremo ancora in quantità, ma cio che penso sia sicuro è che in molti dei contesti sociali in cui siamo chiamati a lavorare la voglia di “fare circo” e di accettare di stare dentro regole e strutture da noi proposte non è una disponibilità che si possa dare per scontato.
Il circo già di suo presenta elementi estremamente accattivanti per i giovani e i bambini, eppure a volte per coinvolgere il nostro pubblico siamo costretti a partire non dal nostro background ma dal loro.
E’ qui che la competizione, l’aggressività e i giochi di forza che costituiscono troppo spesso l’alfabeto del linguaggio giovanile non possono più essere ignorati: trasformarli in alleati per scalzarli dall’interno è una delle missioni che il circo sociale si pone per far emergere l’importanza della collaborazione.

 

 

 

 

 

Il Gioco dell'Integrazione

conduttrice Maria Teresa Cesaroni (Circo Corsaro, NA)
Circo sociale e integrazione tra bambini e ragazzi con background diversi in situazioni di rischio e disagio. Verranno raccontate le esperienze e le metodologie di intervento di progetti svolti con minori a rischio e che vivono situazioni di disagio, punto di fusione ed elaborazione personale delle varie metodologie apprese nelle formazioni e nelle esperienze di circo sociale.
In particolare si mostrerà la metodologia applicata nella scuola di circo Corsaro di Scampia che da anni svolge la sua attività con bambini e ragazzi del quartiere e provenienti dai campi Rom. Verranno poi proposti giochi ed esercizi per il controllo dell'aggressività, per “l'integrazione del rispetto” per il controllo del gruppo e dei singoli con particolare disagio. Si farà poi una piccola parentesi sulla formazione e sul codice etico dell'operatore di circo sociale.

 

 

Workshop di Clave

Conduttrice: Stefania Garaccioni (Ludica Circo - VR)
manipolazione e creazione di giochi in base al site swap. Il workshop intende proporre agli operatori un approfondimento nella giocoleria di clave sia come manipolazione sia nei lanci con lo studio del site swop (utilizzando, se necessario, anche le palline) ... favorendo la creazione di schemi in modo autonomo e personale.
www.hermete.it

http://www.teatrocart.com

 

 

Le Buone Vecchie 3 Palline...)

Conduttore: Lapo Botteri (Circo Tascabile - FI)
Il laboratorio parte da giochi di coordinazione fine e ritmo, per poi analizzare il mondo dei lanci e delle prese; cercherò di offrire il più ampio lavoro di analisi sullo sviluppo degli schemi motori legati al lancio e alla strutturazione degli schemi di gioco. Un lavoro che parte dai piccolissimi per arrivare fino ad un lavoro altamente tecnico adatto ad adolescenti ed adulti...http://www.hermete.it/
www.circotascabile.com

http://www.teatrocart.com

 

 

hanche noi... Circo

conduttore Daniele Giangreco (Circo Instabile, FI)
Discussione pratico/teorica su alcune tecniche di Handycircus
L’incontro tra le tecniche circensi ed il mondo della disabilità può sembrare utopia. E’difficile pensare di insegnare giocoleria ad una persona con difficoltà motorie o far partecipare un ragazzo autistico ad uno spettacolo di fronte ad un vasto pubblico, ma è facile pensare alla loro felicità se questo avviene. Nella mia esperienza ciò che ho ritenuto di primaria importanza è stato il rapporto aperto non solo con i partecipanti ai laboratori ma anche con gli operatori, educatori familiari ed enti che vivono questa realtà. Non può esistere circo sociale senza discussione. Per questo in un primo incontro, coordinati dalla presenza della psicologa Dott. Tania Fiorini, e alla luce dei progetti avviati con Arti Distratte di Empoli, cercheremo insieme agli operatori di circo un momento di incontro sulle tecniche da utilizzare nelle diverse situazioni e sul perché del nostro lavoro. Nel secondo incontro sarà proposta una lezione pratica, come iniziarla, alcuni esercizi di riscaldamento, il cerchio, l’utilizzo di alcuni oggetti circensi (Palline, piatti cinesi, bastone del fiore ecc..), la  chiusura. Qualcuno ci ha detto che non dobbiamo credere ai sogni ed una mia cara amica gli ha risposto è vero noi crediamo alle utopie…  
www.danielegiangreco.it 

 

 

Corda Molle

conduttore Paola Danesi (En Piste - FI)
corda molle 1,5h. Intervento di carattere tecnico (livello base) e pedagogico. Vedremo tecniche di base di lavoro sotto la corda, a sedere e in piedi: sul posto e progressione; affronteremo la questione dell'assistenza e della sicurezza nel lavoro soli. Parleremo di strutture e di come giocare, giocolare, creare frasi corporee sulla corda.

 

 

Nicola Bruni - Roue Cyr

conduttore Nicola Bruni (Spazio Bizzarro, LC)
workshop di Roue Cyr per principianti a cura di Nicola Bruni. Il workshop intende proporre un primo approccio con l'attrezzo, capirne i movimenti e  prenderne confidenza. Come farla girare, come non avere paura, come fare assistenza, saranno alcuni dei temi che si svilupperanno durante il seminario. E naturalmente trick e tecnica!
www.spaziobizzarro.com
www.svitol.com

 

 

Arti Circensi e Hip-Hop. Nuovi Orizzonti

Conduttore Andrea Martina (Ass. Sportica - Pinerolo TO)
Di ritorno dal primo festival di Hip Cirq Hop tenutosi a Parigi, Andrea terrà un workshop che sulle basi di espressione corporea, ritmo, arti circensi, danza e muisca hip hop permettano e facilitino la creazione e la messa in scena di spettacoli. Lo scopo è quello di fornire idee e emateriali per la costruzioni di spettacoli sulle ultime tendenze in materia di fusione tra hip hop e circo, e il workshop si concluderà con una piccola presentazione agli operatori del work in progress. Il percorso durerà 4 pomeriggi, un'ora e mezza al giorno. Requisiti richiesti: Voglia di mettersi in gioco e divertirsi Assolutamente non bisogna essere ballerini. L’abbigliamento assolutamente casual sportivo con scarpe da ginnastica comode obbligatorie. Numero massimo di partecipanti: 20
www.sportica.it

 

 

Gioco, giochi, gioca!

Conduttrici Elena Giiussani e Giuditta Pino (Circa Circo - MI)
Iniziamo il meeting giocando! Vi proponiamo giochi per conoscerci, divertirci, sperimentare esperienze ludiche da riproporre anche ai bambini-ragazzi durante i vostri corsi di circo. Mettiamo insieme un po’ di esperienze fatte all’estero e altre consumate sul tappeto delle nostre scuole di circo per scambiarci idee e sudore!  
www.ilgrafo.it  

 

 

Giulivo's Break

Ritorna quest’anno Giulivo con i suoi graditissimi Break, una serie di giochi e attività della durata di 15-20 minuti da svolgere nei tre giorni (12/13/14), subito dopo pranzo, per riattivare l’energia e gli animi degli operatori prima di ricominciare leattività dopo la pausa pranzo. Infine propone una lezione di 1 ora nella quale porterà e vi farà provare nuovi esercizi sperimentati questo ultimo anno con le scuole medie : movimento, coordinazione, ascolto degli altri , ritmo , energia..... E giocoleria!!!I
Giulivo-Break sono quindi brevi incontri che si svolgeranno a tema:
Mercoledi 12Giulivo-Break (15 minuti ) Nocino e cantuccini.
Giovedi 13Giulivo-Break (15 minuti ) Limoncello e brutti ma buoni
Venerdi 14Giulivo's Break + Sbrock (1 ora ) Sbrock juggling dance Nuovi esercizi sperimentati questo ultimo anno con le scuole medie: movimento,coordinazione, ascolto degli altri,ritmo, energia..... E giocoleria!!!

 

 

relazioni e confronti open space

 

 

Tra Gioco, Competizione e Cooperazione

conduttore Luca Marzini (Uniti per Crescere Insieme, TO)
L'esperienza in carcere, dentro o fuori? Quasi 6 anni di circo nel carcere minorile Ferrante Aporti di Torino, tra piccoli successi e inevitabili delusioni sui giochi competitivi con attrezzi di giocoleria mutuati dagli sport di squadra. ring basket, flower tennis, per conciliare competizione e cooperazione con il miglioramento delle tecniche peculiari degli attrezzi.
www.unitipercrescereinsieme.it

 

 

Adozione di un codice etico

conduttrice Maria Teresa Cesaroni (Circo Corsaro, NA)
Sul modello di quello proposto dal Cirque du Soleil si propone una riflessione al fine di creare un codice etico che possa essere condiviso da chi decide di lavorare in un ambito così vasto e delicato come il circo sociale. Il lavoro si terrà in due sessioni: una prima di formulazione di una bozza del codice a cura del gruppo di lavoro sul Circo Sociale e già in corso. Una seconda sessione al Meeting aperta ad altri operatori del settore in cui verranno esposti i punti del codice e si instaurerà un dibattito per la stesura definitiva. Tra gli obiettivi del codice: importanza di un codice etico condiviso; confini e limiti del proprio ruolo; adattare il codice al proprio contesto

 

 

Circo e interazione sociale con soggetti autistici

Conduttore Marco Grillo (UD)
L’autismo è una disabilità “permanente” e complessa, di natura neurobiologica, che ha un esordio precoce, che accompagna il soggetto per l’intero arco di vita e che, ad oggi, non ha una cura definitiva. All’interno del workshop verranno presentati gli approcci e le accortezze metodologiche necessarie per poter lavorare sull’interazione sociale con soggetti autistici e sull’integrazione degli stessi in un gruppo di pari, il tutto per mezzo di un laboratorio di circo sociale. Verranno illustrati i progetti volti a favorire lo sviluppo dell’intersoggettività in bambini autistici, come il progetto “Fare circo…con mio fratello autistico”, e gli interventi scolastici di circo sociale per l’integrazione dei soggetti autistici in classi di bambini normodotati. In un secondo momento verranno sperimentati e condivisi alcuni degli utilizzi specifici degli attrezzi circensi con questa particolare tipologia di utenza.

 

Laboratorio sull'integrazione etnica

Conduttore Ass Straniamenti (RC)
il Laboratorio è uno workshop interattivo, inizierà con un corto metraggio sull'integrazione-relazione fra persone di etnie diverse. Dal cortometraggio partirà un dibattito aperto gestito dagli educatori dell'Associazione Straniamenti
nel quale i partecipanti potranno confrontarsi sulle metodologie per instaurare relazioni educative efficaci con persone di altre etnie. In parole povere un confronto metodologico sul lavoro con i migranti. Il workshop avverrà nello Chapiteau il mercoledì mattina per un numero massimo di 35 operatori.

 

Circo Sociale: Mappatura del settore e progetti europei

Conduttrice Raffaella Monia Calia (AS.FOR.IN. Ass. Formaz. e inserim. Lavorativo, AV)
Si presenteranno i risultati del sondaggio sul circo sociale, effettuato tra novembre 2011 e maggio 2012, dal Gruppo di lavoro sul circo sociale (Ass. Giocol. e dintorni) in relazione alle caratteristiche dei progetti svolti in Italia negli ultimi 3 anni. Si inviteranno le realtà presenti al meeting a partecipare al sondaggio e a far parte del network. Si illustreranno le principali direttrici che il circo sociale ha assunto in contesto europeo, con particolare riguardo anche alle opportunità che offrono i finanziamenti europei per l’implementazione di progetti di circo con bambini e ragazzi.  

 

 

Reflection Notes & Release

conduttore Michele Paoletti (Circo Instabile - PG) e Stefano Bertelli (Apriti Circo - PI)
Momento finale di condivisione per ogni giorno del Meeting, "Reflection Notes & Release" dalle 19.30 alle 20.00 circa. Un bel modo di fare una veloce valutazione e condivisione delle varie attività che tutti svolgono nell'arco della giornata, considerando che i partecipanti non possono seguire tutti gli incontri del Meeting. 

 

 

UISP e Dintorni

conduttore Lapo Botteri (Circo Tascabile, FI)
Negli ultimi anni sono stati svariati i rapporti avviati da Giocolieri e Dintorni e dagli operatori e/o scuole di circo per bambini e ragazzi con la UISP. (unione italiana sport per tutti). Adesso potremmo essere ad una svolta interessante, si presenta la possibilità di creare un'area delle arti circensi, un punto di riferimento per la diffusione la promozione e la formazione nel campo delle arti circensi, appoggiandoci a questa vastissima realtà nazionale dell'attività motoria e dello sport. Proponiamo un dibattito dove analizzare pregi e difetti di questa eventuale adesione, dove discutere i bisogni della nostra discipline e un eventuale direzione da dare a livello nazionale, una ipotetica strutturazione di brevetti sportivi, e i metodi migliori per farci conoscere e riconoscere dalle istituzioni che già gravitano nella realtà dell'attività motoria e i rapporti con le realtà circensi già strutturate. Al dibattito sono invitati tutti gli interessati, i responsabili delle scuole di circo, gli istruttori e i ari addetti al settore.
 

 

 

Non Formal Teaching - Edinburgo

conduttore Michele Paoletti (Circo Instabile, FI) e Stefano Bertelli (Apriti Circo, PI)
I leader italiani che hanno partecipato a questo festival espongono i punti importanti di questo Youth Circus Training Camp di 8 giorni, che ha visto 32 partecipanti tra giovani e leader di 5 paesi diversi (Regno Unito, Belgio, Estonia, Italia e Germania) con il tema 'Insegnare Circo mella comunità". Un intenso programma di attività che utilizzavano metodi di apprendimento non formale per dotare gli operatori del circo giovani delle competenze per insegnare ad un alto livello, in un ambiente sicuro e pienamente inclusivo, per aumentare il loro potenziale giovani formatori di arti circensi. tra gli argimenti trattati: Didattica Non Formale, Circo sociale, uguaglianza e inclusione, Risk Management, Salute e Sicurezza, competenze tecniche di base, grazie a forum di discussione, riflessioni personali e di gruppo, feedback.    

 

 

Bridges for Youth Festival - Brema (D)

conduttrice Elena Giussani (MI)
...Quando mi hanno proposto di accompagnare il gruppo dei ragazzi italiani in rappresentanza al festival di Brema, d’istinto ho dato la mia disponibilità. Mi piacciono i viaggi e le favole dei fratelli Grimm! L'ass. Giocolieri e Dintorni, partner del progetto, ha questa volta optato per dare la possibilità a più scuole italiane di partecipare al festival, in rappresentanza dell'intero stivale. Lì si sono unite alle rappresnentanze di importanti scuole europee (circus Elleboog, Circus Bambini, Cirkus in Beweging, Circus Turnini, Jokes, Ludvika Minicircus...). Grazie all'attento coordinamento offerto da Gabriella Baldoni (Campacavallo - MI) si è così ritrovata a Brema, accompagnata da Fedro Muliello (Un Chapiteau Parapluie) e da me, un’allegra brigata di adolescenti. Un gruppo eclettico con la formazione dei Lanchilonghi musicisti, equilibristi, clown e tutti gli altri virtuosi della giocoleria e dell’acrobatica a corpo libero e aerea...

 

 

Progetto Arcikaos - Menorca (Spagna)

conduttore Maria Teresa Cesaroni e Daniele Giangreco (Giocolieri e Dintorni - RM)
Il Social Circus Meeting si svolgerà presso Minorca - Spagna. La tematica dell'incontro sarà "Circo e Uguaglianza", e quattro paesi parteciperanno esponendo gli strumenti sociali per lavorare uguaglianza attraverso il circo. Per l'italia Maria Teresa Cesaroni, Andrea Martina, Tommaso Negri, Daniele Giangreco, Samuele Mariotti e Francesco Semino che al meeting riporteranno le loro impressioni. I rappresentanti di diversi paesi esporranno le loro esperienze in un incontro di formazione degli educatori e si confronteranno su: cooperazione internazionale, comunitario Gypsy, varietà di genere e di strumenti pedagogici per il Circo. Durante il meeting, una esperienza pratica sarà realizzato in forma di laboratorio di quattro giorni, con un gruppo a rischio di esclusione sociale di Menorca.  
www.acirkaos.org  

 

 

Formazione di Circo per Adulti in Europa

conduttore Adolfo Rossomando (Giocolieri e Dintorni - RM)
Giocolieri e Dintorni rappresenterà l'Italia all'interno del progetto biennale 2012/2014 dal titolo "Circus Adults Training in Europe" . Il progetto è sovvenzionato dal Programma comunitario "LLP/GRUNDTVIG – Partenariati per l’Apprendimento" e vede coinvolte le federazioni e le organizzazioni nazionali di settore di Germania, Belgio, Svizzera, Danimarca, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Olanda e Italia. L'obiettivo principale è di tracciare le basi di percorsi formativi e figure professionali rivolte all'insegnamneto per gli adulti di arti circensi in ambito amatoriale. Al progetto prenderanno parte 15 praticanti e 15 operatori italiani, selezionati tra i più meritevoli ed entusiasti.

 

 

attività per esterni

 

 

spettacoli pomeridiani e serali

performance di acrobatica aerea

a termine del parcorso laboratoriale ideato e diretta da Firenza Guidi, i partecipanti al laboratorio, affiancati dagli artisti Elena Buriani e Davide Rimionucci, offriranno al pubblico una performance frutto del lavoro svolto al Meeting

 

 

Open Stage degli Operatori

inseriremo qui di volta in volta le proposte di numero/spettacolo che ci arriveranno. Tempo massimo consentito in scena 8/10 minuti), fatevi avanti!!

 

 

Cabaret Bizzarro

conduttore Nicola Bruni/Ceclia Fumanelli (Spazio Bizzarro) - ingresso 6 €
a cura di Spazio Bizzarro un cabaret circense che presenterà al pubblico una serie di performance per una serata di gran spettacolo. Cabaret Bizzarro: Spazio Bizzarro propone una mirabolante serata di cabaret con numeri di tessuti, mano a mano, monociclo, giocoleria, roue cyr e altro ancora, il tutto condito da un bizzarro presentatore con i suoi virtuosismi esilaranti, e dalla poesia di fisarmonica e voce. Spazio Bizzarro nasce dal desiderio di offrire un luogo creativo e d’incontro, nonchè di diffusione e di scambio culturale… E’ un centro culturale attivo che si propone come opportunità di crescita e formazione artistica (sia propedeutica sia professionale) aperta a tutti: bambini, adolescenti, adulti, famiglie, professionisti del settore, amatori e diversamente abili. Offre soprattutto un ambiente magico in cui fare corsi e stage di tecniche circensi e acrobatiche, giocoleria, clownerie, ma anche danza, canto, teatro, occupandosi anche di sostenere gli aspetti socio-educativi!
www.spaziobizzarro.com

Live Circus Music

conduttrice Karol Hrovatin (Due Punti, sfd)
Ragazzi/e! per il meeting di quest'anno, sempre più gioiso, esplosivo e coinvolgente, vogliamo mettere su una piccola band musicale. Chi di voi suona uno strumento musicale? a un buon livello? chi di voi suona o ha suonato in un gruppo (o da solo) davanti a un pubblico? Chitarra, basso, molto gradita la batteria o percussioni, piano, ma anche fisarmonica!, strumenti a fiato, archi...??!! Che pezzi sapete suonare? O che genere di musica? C'è qualcuno che sa gestire anche l'impianto audio? In base alle vostre risposte proviamo poi a capire che tipo di musica si può fare... La band suonerà al meeting, accompganando i numeri del cabaret e rallegrando altri momenti del Meeting.
Per aggregarsi contattare Karol 340 1471889 - karolmelody@gmail.com

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.